Il Movimento dal sottosuolo in collaborazione con la biblioteca comunale di Castel Goffredo Presenta “Poesia, Ribellione e Resistenza” alle ore 18 in piazza Matteotti Castelgoffredo (mn)!

L’Associazione Culturale Movimento dal Sottosuolo, in collaborazione con la Biblioteca Comunale di Castel Goffredo (MN), aderisce alla chiamata internazionale del movimento “100 thousand poets for change” con un nuovo e unico evento:

POESIA, RIBELLIONE E RESISTENZA, poeti per il cambiamento
(read a poem to a child)
sabato 28 settembre 2019 alle ore 18:00
presso la Biblioteca Comunale di Castel Goffredo (MN)
in Piazza G.Matteotti 7

con le poesie di:
Alejandro Murguìa (USA-Messico)
Amada Libertad (El Salvador)
Angye Gaona (Colombia)

a cura di Andrea Garbin e Valeria Raimondi

accompagnamenti musicali di:
MARIO ARCHETTI (voce, chitarra)

– INGRESSO GRATUITO –
– A FINE SERATA PICCOLO RINFRESCO –
con il patrocinio del comune di Castel Goffredo (MN)
e il supporto di “Terre dell’alto mantovano”

————————————————————————————–

ALEJANDRO “EL GATO” MURGUIA, è il sesto Poeta Laureato di San Francisco, città dove vive e dove da 40 anni anima e mantiene viva l’arte, lo spirito della rivoluzione e la bellezza della cultura latina. Poeta, narratore, editore, professore, attivista, trova ispirazione nella storia dimenticata della comunità indigena Chicana della California. La sua nomina è una piccola rivoluzione culturale, tra i Laureati di San Francisco è infatti il primo a scrivere in lingua spagnola oltre che in inglese. Ha pubblicato due raccolte di racconti entrambe vincitrici dell’American Book Award: “Fronte del Sud” che narra del periodo trascorso in Nicaragua durante la rivolta sandinista, e “Questa guerra chiamata amore” pubblicata dalla City Lights di Ferlinghetti. Rimasto orfano all’età di 2 anni ha vissuto l’infanzia tra il Messico e la California. Questo suo continuo spostarsi da una parte all’altra del confine gli ha procurato un lieve difetto di pronuncia e gli ha impedito di assimilare appieno l’una o l’altra cultura. “La mia salvezza è stata nei libri” dice Alejandro. Si racconta che durante la scuola, incoraggiato da un’insegnante a leggere e scrivere, arrivasse in classe sempre in ritardo dopo essere rimasto in piedi tutta la notte a leggere. Tra i suoi libri di poesia: “Stray Poems”. È fondatore e primo direttore del Mission Cultural Center ed è fondatore della Roque Dalton Cultural Brigade. Insegna Letteratura Latino-americana presso la San Francisco State University.

LEYLA PATRICIA QUINTANA MARXELLY (2 aprile 1970 – 11 luglio 1991), più conosciuta con lo pseudonimo di AMADA LIBERTAD, poetessa di Santa Tecla, El Salvador, studentessa di giornalismo. Ha dedicato la vita a lottare attivamente per i suoi ideali come radarista e combattente dell’ Ejército Revolucionario del Pueblo ed è caduta in combattimento durante una eclissi solare sul vulcano San Salvador, a El Salitre, Nejapa. Le testimonianze dicono che venendo accerchiata si lanciò giù per un dirupo in cui venne colpita da una calibro 90. Grazie alla madre i suoi versi sono stati messi in salvo e divulgati, facendole vincere premi quali “Wang Interdata 1990″ e “Juegos Florales de Zacatecoluca 1991″. Con gli oltre 200 componimenti, Argelia Quintana riuscì a pubblicare i libri “Larga trenza de amor” , “Las burlas de la vida” , “Pueblo y Libertad va cercando” , “Destino” , “En el punta del delirio”.

ANGYE GAONA (Bucaramanga, Colombia, 1980) poeta colombiana, membro di Prometeo e per cinque anni dell’organizzazione del Festival Internazionale di Poesia di Medellin. Organizza nel 2001 la prima Mostra Internazionale di Poesia Sperimentale. Coltiva anche la scultura e la produzione radiofonica. Vive e svolge attività di promozione del valore della poesia nella sua città natale. Sue poesie sono state inserite in antologie e in pubblicazioni cartacee ed elettroniche sia in Colombia che all’estero, più di recente in un’antologia di nuove voci della poesia colombiana pubblicata dall’Università di Monterrey (Messico). Nel 2009, ha pubblicato il suo primo libro, “Nascimento Volatil” (tradotto in Italia da Andrea Garbin), e ha partecipato all’Incontro Internazionale di Surrealismo contemporaneo “La soglia segreta” (Santiago, Cile), l’esibizione più importante mai realizzata del movimento surrealista in Sud-America. Nel 2008 viene arrestata sul confine Colombia-Venezuela, di ritorno da una tournè, insieme ad altri tre studenti, con i quali aveva studiato e proposto una riforma universitaria. Incarcerata per quasi un anno con l’accusa di istigazione alla violenza e narcotraffico, viene rimessa in libertà, ma non vengono fatte cadere le accuse, il che significa per lei l’impossibilità di uscire dai confini colombiani. La mobilitazione internazionale di numerosi artisti giunge in Italia grazie al “movimento dal Sottosuolo”. Sono nel 2018 torna in totale libertà.

Il mio Consiglio di lettura per il mese di Settembre è l’amante del diavolo di Giada Trebeschi!

Eppure, prima di essere imprigionata la strega riesce a nascondere il suo grimorio, il libro della conoscenza e delle ombre, che può essere tramandato solo di madre in figlia, di donna in donna. Il grimorio è lo strumento per perpetuare non soltanto le nozioni ma tutta la libertà che il sapere concede agli esseri umani e deve essere protetto a costo della vita. Così, nei giorni del processo, si produce un’inarrestabile catena di eventi terribili e straordinari che porteranno a più di un sacrificio pur di salvarlo.
Foto di Repertorio

Giada Trebeschi con Giorgio Viola

Il fil rouge del romanzo è rintracciabile nel processo per stregoneria a Bellezza Orsini, avvenuto agli inizi del XVI secolo e racconta non solo la sua storia, ma soprattutto la determinazione e il coraggio di una donna di conoscenza, una medichessa, una levatrice per la quale non c’è niente di più importante del passaggio di questo sapere. La sopravvivenza delle sue conoscenze erboristiche e mediche ha più valore della sua stessa vita e, incalzata dal pregiudizio, dalle superstizioni e dalla Santa Inquisizione sceglierà di incarnare l’archetipo della strega pur di salvare la sua arte.
È per completare gli spazi bianchi, riscrivere le parole che il tempo ha cancellato e rivelare l’umanità nascosta dietro agli antichi documenti processuali che nasce L’amante del diavolo.
Sullo sfondo, orrori e meraviglie della Roma e Firenze rinascimentali, l’eroismo di un vecchio ebreo, i pregiudizi della gente comune, le atrocità dei metodi di tortura del Sant’Uffizio e il tormento di una struggente e impossibile storia d’amore.

Link d’acquisto: L’amante del diavolo

Copertina flessibile: 227 pagine
Editore: Oakmond Publishing (30 aprile 2019)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 3962071245
ISBN-13: 978-3962071240
Peso di spedizione: 313 g

Oggi ho finito il primo libro di Simona Aztori “Cosa Ti Manca Per Essere Felice” mi è piaciuto tantissimo credo che leggerò anche il secondo dal titolo “Dopo di Te”!

Nel 2011 è uscito il suo primo libro: “Cosa ti manca per essere felice?” Mondadori. Nel 2014 esce il suo secondo libro “Dopo di te” Mondadori. Il suo primo libro viene tradotto in spagnolo dalla casa editrice Palabra nel 2016 ¿Qué te falta para ser feliz?Nel 2018 esce il suo terzo libro “La strada nuova” edito da Giunti.

visita il sito di Simona Aztori: http://simonarte.com

di GIORGIOVIOLA Inviato su libri

Cronache azzurre Elia Viviani Vince l’oro all’europeo di ciclismo di Alkmar!

Dopo Trentin a Glasgow, ecco Viviani ad Alkmaar. L’Europeo di ciclismo è roba tutta italiana, con il successo di Elia Viviani che vince in pratica in solitaria davanti al belga Lampaert (suo compagno di squadra alla Quick Step) e Ackermann. Con l’oro di Viviani, sono 9 le medaglie conquistate dall’Italia a questi Europei.